La versione del tuo browser è obsoleta. Consigliamo di aggiornare il browser alla versione più recente.

Quale è lo scopo?

Inviato 2018/12/10
NON PENSIATE CHE NOI SIAMO QUI PER UNIRE UOMINI, NOI UNIAMO ANIME, ANIME CHE BRUCIANO PER SETE DI GIUSTIZIA E DI AMORE, E NON PENSIATE CHE TUTTI GLI ESSERI UMANI SIANO ANIME, POCHI LO SONO. 
A NOI QUEI POCHI BASTANO !!!!

Il principio del Gran Priorato d'Italia

Inviato 2018/12/10
Tam Ethice Quam Physice
 Così nell'etica, come nella realtà.
Questo antico motto degli alchimisti medievali è stato da me adottato per descrivere la qualità dell'essere umano in questo mondo, se questi si comporta come tale.
 Noi siamo abituati a parlare di morale, ma la morale è un concetto effimero, passeggero, legato a luoghi ed epoche.
 L'etica, invece è il segno rappresentativo, il metro di paragone, la cartina di tornasole che permette di distinguere un essere umano da un guscio vuoto.
 Quindi l'etica, qualità specifica dell'essere umano si deve rivelare in ogni sua parola, gesto, pensiero. In ogni azione e creazione essa deve essere moto iniziale e riflettersi nel mondo fisico in tutti i suoi aspetti.
 Quando ci confrontiamo con un dilemma, con una decisione, con un nostro atto, dobbiamo chiederci se abbiamo rispettato il nostro Spirito di Esseri Eterni e Divini e se abbiamo quindi soddisfatto il motto:
Tam Ethice, Quam physice.

La questione Giovannita

Inviato 2018/12/09

La reale portata della questione Giovannita implica una tradizione del "fuoco" che prende le mosse da quelle protoreligioni e protoiniziazioni che furono e sono lo zoroastrismo e il mandeismo, che passano da Alessandria di Egitto,che giungono in Grecia con Orfeo e il culto di Apollo, e che si incarnano in modo diverso nello gnosticismo alessandrino e manicheo, fino a giungere in Europa medioevale attraverso i Bogumili, e i Catari, fino alle antiche confraternite di maestranze operative (spazzate via dell'incendio del 1666 a Londra). Una reale e significativa fratellanza spirituale, non legata ad una sfera di un fare, o di un mosaico del fuoco, e neppure sull'alternatività da identica radice; ma bensì da un'accettazione e da un rifiuto "elementare". Accettare questa visione, significa interrogarsi sul significato delle iniziazione e sulla necessità di considerare assolutamente inadeguati gli attuali requisiti formali che sono richiesti ai bussanti, assolutamente deficitaria la trasmissione e la comprensione docetica, la necessità di escludere e delimitare le iniziazioni a chi presenta dei requisiti sostanziali. Insomma avere il coraggio di scegliere, di accettare e di rifiutare. In altre parole di aderire irrevocabilmente ad una dimensione spirituale che il nostro essere profondo anela, e che la nostra sfera psicologica e mondana invece teme.

Leggi il resto di questa voce »

Un sito sul cammino dell'Arcangelo Michele e della Vergine, l'esoterismo Cristiano spiegato in coerenza Templare

Un Blog di pensieri nati per nutrire l'anima